Monpos di Colombia

MONPOS . e’ il villaggio della -morte annunciata- il bel racconto di Garcia Marques, il bel film di Francesco Rosi. Un paese perfetto , adagiato dal rio Magdalena sopra architetture e giardini, immobili dalla “conquista”; in una marcita di mangrovie . Pappagalli su trespoli intarsiati parlottano alle ombre, nell’atrio dei vecchi palazzi, e sopratutto colibri’, numerosi come farfalle, tra  fiori rossi che bucano le siepi. Il silenzio del pomeriggio e’ spezzato dagli asini portatori , quello piu’ denso della sera dai canti delle ragazze che preparano la cena .
C’era armonia , bellezza  e i profumi del tropico , il fiume portava via le tristezze e i lutti di ognuno ,giu’, lontano, verso il caribe. Sono restato due giorni e due notti  a Monpos . ripartito su una lancia a motore che dondolava tra enormi ninfee a me si annunciava una nuova impossibilità ,una ingiustificata rinuncia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.