Tabatà

Piove e fa freddo in questa fine d’aprile ,nell’autunno australe. I
sandali delle giovani portenas vivono le ultime ore nei viali della
capitale.
Al negozio  “la Martina” nel centro pedonale, a due passi dalla calle
Florida  c’è una ragazza nuova , una commessa piccola e bella.
Ha nel sangue l’Italia, mi dice, e la Germania e il Marocco.
Soprattutto il Marocco lo porta, lo riconosco, negli occhi. e nel
nome. TABATA’. Il suono di un tamburo. Il battito del mio cuore

Leave a Reply

Your email address will not be published.