I gira-soli

I gira-soli !  il sole , a mezzogiorno, l’estate . I misteri veri si nascondono nella luce ,scriveva Giono. Questi fiori dalle grandi corolle sono  testimoni e guardiani di segreti .
i campi che costeggiano le strade di Provenza ,spesso, sono ancora coltivati a girasoli e ancora  attraversati da corvi neri , come nel campo di grano dell’ultima tela di van Gogh . Milioni di girasoli e migliaia di corvi neri, prima che  il Rodano si divida, prima del Mediterraneo. Il giallo , il nero e il  mare in fondo . L’inizio e la fine, nel colore .

4 Replies to “I gira-soli”

  1. Ciao Roberto…. mi faccio vivo solo ora dopo aver letto “gira soli”.
    Spero solo che il tuo PC non vada in tilt leggendo la parola CGIL, come successe quando srissi ad una mia amica che lavora in FININVEST…… e successo un casino !!!!!! dopo questa scherzosa premessa voglio farti i complimenti ….. quelle poche righe lette stamattina mi hanno emozionato!! Amo la Provenza in modo viscerale e forse questo autunno riesco a tornarci e le citazioni di Giono, il ricordo che ho dalla casa di Nostradamus a St. Remy ( ero li nel 1999 il giorno dell’eclissi totale….. magia pura !!!) Il giallo e il nero senza smobilitate Vincent… Bravò Bravò. Poi,les Alpilles, Tarascon e Tartarin , gli ulivi e le pietre bruciate dal sole…. non vedo l’ora di preparare il bagaglio. PS : Il Rodano…..amo questo fiume e a Lyon quando incontra la Saone…. non ho parole. le confluenze di due fiumi mi hanno sempre fatto impazzire ( Ti consiglio: dal castello di Belgrado la visione della Sava che entra nel Danubio…. magica!!
    In merito mi permetto di consigliarti una canzone scritta da Luigi Grechi e cantata dal fratello Francesco De Gregori che ha per titolo ” L’Angelo di Lyon “…
    Scusa l’intromissione…. ciao Claudio

  2. Ciao Roberto
    Ti riscrivo perchè penso di aver fatto qualcosa di strano e non trovo il commento a “I GIRA-SOLI”
    Spero che la parola CGIL della mia Mail non faccia andare in tilt il tuo PC….. come successe qualche tempo fa quando scrissi ad una mia amica che lavora (ancora) in FININVEST….. scherzi a parte mi son piaciute molto le poche righe Provenzali di oggi sul Giornale di lecco. Da Giono a Nostradamus ( ero davanti alla sua casa a St. Remy nel 1999 il giorno dell’eclissi….. MAGICO!!!!!)
    Dai girasoli a les Alpilles di Tartarin de Tarascon, dalle pietre incastonate tra gli ulivi fino al Rodano….. quando la Provenza ti ha preso non ti molla più ed è bello perdersi nelle sue strade guidati dal Mistral….
    Mi permetto di arrivare fino a Lyon dove il Rodano incrocia la “femmina” Saone….. le confluenze le adoro!! Stupenda a Belgrado….. quando la Sava entra nel Danubio. Una delle visioni più belle in maggio e al tramonto dal Castello di Belgrado.
    Mi permetto ( a proposito di maschio e femmina di Lyon) di consigliarti una canzone di Luigi Grechi cantata dal fratello, Francesco de Gregori…. ” L’Angelo di Lione “.
    Scusa l’intromissione……. complimenti Claudio Ravasi

  3. Grazie Claudio,
    per la lettura del testo e per i suggerimenti che metterò in pratica al più presto.
    Oggi FININVEST mi allarmerebbe assai più che CGIL…
    Un saluto fraterno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.