La corrida

Traduco qualche riga tratta da “La corrida parfaite” di Simon Casas, uomo di tori ed intellettuale.

“Sulla sabbia delle arene, la morte è sempre presente: quella della bestia, certamente, ma anche quella dell’uomo, in potenza; e in qualche modo quella degli spettatori, che scoprono così nello specchio della tauromachia la mortalità di ognuno… La morte è nascosta nella nostra società mentre è invece esposta nell’arena. E’ questo “insegnamento”, vissuto in una trasgressione culturale collettiva, che rende la corrida insopportabile a molti…”.

Mi pare ben detto…

Leave a Reply

Your email address will not be published.