Aprile mese crudele

E ritorna aprile. Il mese più crudele…
Lo scriveva Thomas Eliot nella-Terra desolata- L’affermazione, forte e tagliente, mi riporta sempre ad un’altra simile ” verità” : ..”non permetterò a nessuno di affermare che vent’anni sia la più bella età della vita”. Entrambi i versi mettono in guardia dai luoghi comuni e dalle facili equazioni, parlano della nostra inadeguatezza rispetto alla grande, incontenibile vitalità di queste due stagioni e ci avvertono di come il “ghiaccio” sia sempre possibile. Noi Abbiamo bisogno di speranze ma non di illusioni. Il primo mese della primavera dovrebbe aiutarci a-prevedere-noi stessi e non soltanto le nevicate improvvise.

Leave a Reply

Your email address will not be published.