HELENE GRIMAUD

Il suo primo cd è stato anche il mio.

I concerti di Brahms. Li ho ascoltati in una piccolissima stanza d’albergo, in cuffia. Ho sentito il suo ansimare, quasi una corsa a perdifiato, nei silenzi, tra le note. Da allora Hélène Grimaud è diventata un’altra mia “compagna di solitudine”. Pianista preferita, donna che sa correre con i lupi e scrittrice d’emozione. Nel suo ultimo libro – “Ritorno a Salem”(Bollati-Boringhieri) – è ancora più evidente la sua capacità di leggere ed interpretare la musica della Terra. Un testo pieno di passione e di lucidità sul presente e sul futuro (certo non rassicurante) del nostro Pianeta. Hélène Grimaud, artista globale, è nata nel sud della Francia. Enorme musicista con una visione ontologica dell’arte e della natura. Una “strega nordica” sembrerebbe, ma che ha ascoltato la sua prima sintonia (o sinfonia???) col Mondo in un giorno di vento, appena adolescente, nella piana alluvionale del Rodano, in Camargue

 

images

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.