Correre

Correre, camminare veloci, ma senza precisi obiettivi, senza agonismo, è -meditazione fisica- . Ritornare flaneur è non soltanto ascoltare se stessi : il proprio battito cardiaco, il respirare, è invece riascoltare il Mondo. Fuori dalle grandi maratone nazionali e internazionali, sempre più frequentate, comprendiamo ogni giorno di più quanto sia necessario ritrovare il nostro ritmo e l’armonia dell’andare, torniamo ad essere, almeno metaforicamente, viandanti e pellegrini, curiosi dei luoghi e degli Altri. Non pochi filosofi  hanno sostenuto che si  può pensare molto meglio camminando, che stando seduti “nella propria cameretta”. I nostri guai, è vero, cominciano quando decidiamo di lasciare la sedia, ma sarà comunque là fuori e sarà sulle nostra gambe che potremo immaginare il futuro.images

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.